Lug 29, 2019

Unimore festeggia il trionfo di Silverstone nella Formula Student

Per la prima volta in 22 edizioni della Formula Student, il campionato automobilistico tra vetture realizzate da studenti universitari, un team italiano riesce ad imporsi sulle squadre di molti dei più noti e prestigiosi atenei di tutto il mondo.

Nella gara svoltasi nell’evocativo circuito di Silverstone l’Università di Modena e Reggio Emilia è risultata vincitrice assoluta nella classifica generale di questa competizione internazionale. I team MMR – More Modena Racing e MMR-Hybrid di Unimore con le loro monoposto, una vettura con motore tradizionale a combustione e una ibrida, hanno battuto oltre 100 scuderie provenienti da 20 paesi.

Le gare della Formula Student si compongono di due parti: una statica e una dinamica. Nella prima la macchina e il team devono affrontare tre prove: Design, dove i giudici valutano la vettura sotto l'aspetto tecnico, informandosi sulle scelte fatte e valutandone i pro e i contro), Cost, dove la vettura è giudicata sotto l'aspetto economico, simulandone una produzione di serie (qui vengono affrontati le voci di costo di un'azienda, la scelta dei materiali e delle tecnologie e processi utilizzati per realizzare i vari pezzi) e la prova di Business, dove viene valutata la capacità del team di realizzare una strategia di marketing e di produzione per la vendita al pubblico del prototipo. Seguono poi le 4 prove dinamiche, dove la macchina corre in circuito e viene messa alla prova su 4 tipologie di tracciato: accelerazione, agilità (skidpad), giro di qualifica e poi la gara endurance, con cambio pilota.

La monoposto a combustione M19-L del team MMR al termine di tutte le prove previste è risultata prima assoluta nella classifica generale. Ha ottenuto inoltre il primo posto in classifica nelle gare di accelerazione e di endurance, un secondo posto nel giro di qualifica (sprint), un terzo posto nella gara di agilità (skipad). A questi si aggiungono altri premi ricevuti durante la competizione: il “Most Entertaining Driver” e l’ “Engineering Design Runner Up” per il design. Il team ha ricevuto il trofeo durante la cerimonia di premiazione di domenica scorsa a Silverstone. I secondi classificati sono stati Oxford Brookes Racing della University of Oxford Brookes.

La monoposto ibrida, M181-H, al suo esordio in questo campionato, ha vinto il “Best Powertrain Installation Award”, sponsorizzato da Mercedes AMG.

Questa importante vittoria, frutto del duro lavoro dei ragazzi dei nostri due team MMR e MMR Hybrid, a cui va tutta la nostra stima, -  ha commentato il Magnifico Rettore Unimore Angelo O. Andrisano oltre a portare Unimore davanti a molte delle università più blasonate a livello mondiale, è un significativo indicatore dell’alto livello di preparazione degli studenti che escono dall’Ateneo di Modena e Reggio Emilia. Va ricordato infatti che i ragazzi coinvolti nel progetto non provengono solo da Ingegneria, ma anche dai dipartimenti di Economia e di Comunicazione. Potremmo dire che il 2019 è l’anno dei record: dopo essere stati il primo Ateneo al mondo a partecipare al Campionato di Formula Student con una vettura ibrida, ora siamo il primo ateneo italiano ad aver conquistato un primo posto assoluto nella classifica generale di questa competizione”.

“E’ una vittoria per tutta Modena - aggiunge il Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli -. Alle studentesse ed agli studenti protagonisti di Formula Student, ed ai loro professori, ho portato le congratulazioni dei modenesi, che possono essere orgogliosi di un team italiano che raggiunge per la prima volta un traguardo così importante, tanto più in una cornice storica come Silverstone. Lo sport è competizione leale, è confronto, è adrenalina: Formula Student non fa certo eccezione e sono sicuro che questo risultato, frutto di tanto lavoro e tanti sacrifici, darà ai vincitori “nuovo carburante” per raggiungere nuovi traguardi, di studio e di lavoro. L’automotive ha per il territorio modenese un grande valore, economico ed occupazionale in primis, di radici, storia, cultura.  Questa vittoria premia la tradizione modenese e la creatività e passione dei giovani vincitori”.

Lo straordinario risultato ottenuto dai ragazzi del Modena Racing Team sulla pista di Silverstone è una vittoria non solo dell’Università di Modena e Reggio ma di tutta la città – commenta il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Paolo Cavicchioli -. Ha vinto un team di giovani competenti e appassionati, ha vinto un efficace modello di formazione interdisciplinare, ha vinto un territorio che – quando fa squadra e mette in rete intelligenze, competenze, risorse materiali e immateriali – riesce ad essere competitivo a livello nazionale e internazionale. Modena ha dimostrato, ancora una volta, di essere il cuore della Motor Valley italiana”.

Abbiamo sognato, abbiamo lavorato giorno e notte e alla fine abbiamo vinto - ha dichiarato Gianmarco Carbonieri, team leader MMR -. Non potevamo nemmeno immaginare di fare di meglio, ma il lavoro non è assolutamente finito: questi risultati sono uno stimolo a continuare a dare il massimo per superarci ancora”.

Dopo un anno di duro lavoro e sacrificio abbiamo ottenuto questo incredibile risultato – ha aggiunto Elisabetta A. Pellegrino, team leader MMR-H -, reso ancora più speciale dal fatto che eravamo alla nostra prima partecipazione al Campionato di Formula Student. Il prossimo anno ci impegneremo a fare ancora meglio”.

Allegato: Il commento dei Faculty Advisors Matteo Giacopini e Enrico Mattarelli
Allegato: Il taglio della torta
Allegato: Foto di gruppo con la vettura ibrida M 181 H

Categorie: newsletter

Licenza Creative Commons
I video pubblicati su questo portale sono di proprietà dell'Università di Modena e Reggio Emilia e la proprietà intellettuale è dei relatori ed autori. Tuttavia il materiale può essere utilizzato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Ossia ne è consentito l'uso citando l'Università di Modena e Reggio Emilia, il relatore, l'evento e il Centro Interateneo Edunova come produttore dell'opera, per scopi non commerciali e purchè siano condivisi mantenendo la stessa licenza Creative Commons. Ogni altro uso non è consentito.
Go to top
JSN Educare is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework