Centro Interateneo Edunova

Centro Interateneo Edunova

 

 

 
 

Sono ancora aperti, i bandi di ammissione alle Lauree Triennali ad accesso programmato in:

  • Scienze dell'educazione per il nido e le professioni socio pedagogiche (fino al 12 novembre)
  • Marketing e organizzazione d'impresa (fino al 16 novembre)
  • Scienze della comunicazione (fino al 16 novembre)

C’è ancora tempo anche per iscriversi alle Lauree Magistrali ad accesso programmato in:

 

  • Biotecnologie mediche (fino al 26/ottobre)
  • Controllo e sicurezza degli alimenti (fino al 3 novembre)
  • Biologia sperimentale e applicata (fino all’8 novembre)

 

Restano infine aperti i bandi di ammissione alle Lauree Magistrali ad accesso libero in:

  • Scienze chimiche (fino al 25 novembre)
  • Sostenibilità integrata dei sistemi agricoli (fino al 2 dicembre)
  • Antropologia e storia del mondo contemporaneo (fino al 3 dicembre)
  • Relazioni di lavoro (fino 7 dicembre)
  • Fisica (fino al 10 dicembre)
  • Economia e diritto per le imprese e le pubbliche amministrazioni (fino al 14 dicembre)
  • Electronics Engineering (fino al 14 dicembre)
  • Informatica    (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria civile e ambientale (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria dei materiali (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria del veicolo (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria informatica (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria meccanica (fino al 14 dicembre)
  • Management e comunicazione di impresa (fino al 14 dicembre)          
  • Pubblicità, comunicazione digitale e creatività d'impresa (fino al 14 dicembre)
  • Matematica (fino al 15 dicembre)
  • Didattica e comunicazione delle scienze (fino al 17 dicembre)
  • Geoscienze, Georischi e Georisorse (fino al 17 dicembre)

 

Per i link diretti ai bandi CLICCA QUI

Categorie: avvisi

Siete pronti per la società dell’idrogeno?”: questa è la domanda a cui si cercherà di rispondere negli “Hydrogen days” la due giorni dedicata all’idrogeno che si terrà tra Modena e Spilamberto il 21 e 22 ottobre organizzata da Università di Modena e Reggio Emilia in collaborazione con il Comune di Spilamberto e AESS - Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile.

Il progetto è finanziato e promosso dalla Regione Emilia Romagna tramite il bando "Alte competenze" 2020 ed è coordinato dalla Prof.ssa Elisa Valeriani.

Il primo appuntamento sarà ospitato presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore dove, in un convegno di studi che prenderà avvio alle ore 15.30, si analizzerà il tema della transizione energetica e dello sviluppo sostenibile, con particolare riferimento al ruolo dell’idrogeno.

L’uso dell’idrogeno come vettore energetico è infatti incoraggiato a livello europeo per accelerare il processo di decarbonizzazione, da completare entro il 2050. L’Italia risulta particolarmente interessata dallo sviluppo di questa tecnologia - come è testimoniato dallo stanziamento di fondi all'interno del PNRR -  anche in ragione della sua conformazione territoriale, che consente di sfruttare energie rinnovabili per la produzione di idrogeno “pulito”; inoltre, la collocazione strategica al centro del Mediterraneo le consente di essere un interlocutore indispensabile a livello internazionale. In quest’ottica, il Convegno si propone di analizzare il contesto normativo all’interno della quale sono inserite le applicazioni di questo nuovo vettore energetico, l’impatto economico che esso potrebbe avere, i rischi e le opportunità connessi ai vari tipi di impiego.

Studiosi appartenenti a diversi settori disciplinari analizzeranno i diversi aspetti dell’uso dell’idrogeno, al fine di restituire un quadro completo in materia di idrogeno che funga da stimolo per promuoverne la più ampia diffusione.

Il secondo appuntamento si terrà a Spilamberto venerdì 22 ottobre presso il Tecnopolo, con inizio alle 9.30. Aprirà la giornata dedicata al sistema produttivo modenese il Magnifico Rettore Carlo Adolfo Porro, a seguire l’Assessore Regionale allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione Vincenzo Colla dialogherà con le realtà produttive del territorio in cui si susseguiranno diversi interventi inerenti la produzione e utilizzo dell'idrogeno sia nel campo civile che quello industriale.

Categorie: GIURI

Sono ancora aperti, i bandi di ammissione alle Lauree Triennali ad accesso programmato in:

  • Scienze dell'educazione per il nido e le professioni socio pedagogiche (fino al 12 novembre)
  • Marketing e organizzazione d'impresa (fino al 16 novembre)
  • Scienze della comunicazione (fino al 16 novembre)

C’è ancora tempo anche per iscriversi alle Lauree Magistrali ad accesso programmato in:

 

  • Biotecnologie mediche (fino al 26/ottobre)
  • Controllo e sicurezza degli alimenti (fino al 3 novembre)
  • Biologia sperimentale e applicata (fino all’8 novembre)

 

Restano infine aperti i bandi di ammissione alle Lauree Magistrali ad accesso libero in:

  • Scienze chimiche (fino al 25 novembre)
  • Sostenibilità integrata dei sistemi agricoli (fino al 2 dicembre)
  • Antropologia e storia del mondo contemporaneo (fino al 3 dicembre)
  • Relazioni di lavoro (fino 7 dicembre)
  • Fisica (fino al 10 dicembre)
  • Economia e diritto per le imprese e le pubbliche amministrazioni (fino al 14 dicembre)
  • Electronics Engineering (fino al 14 dicembre)
  • Informatica    (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria civile e ambientale (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria dei materiali (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria del veicolo (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria informatica (fino al 14 dicembre)
  • Ingegneria meccanica (fino al 14 dicembre)
  • Management e comunicazione di impresa (fino al 14 dicembre)          
  • Pubblicità, comunicazione digitale e creatività d'impresa (fino al 14 dicembre)
  • Matematica (fino al 15 dicembre)
  • Didattica e comunicazione delle scienze (fino al 17 dicembre)
  • Geoscienze, Georischi e Georisorse (fino al 17 dicembre)

 

Per i link diretti ai bandi CLICCA QUI

Categorie: avvisi

Nell’ambito delle attività di Unimore per la Rete delle Università italiane per la Pace (RUniPace), un evento per analizzare ed approfondire il ruolo delle donne nei processi di pace a partire dal Novecento.

Si svolgerà venerdì 22 ottobre 2021 in Largo Sant’Eufemia 19 a Modena, il seminario “Le donne nei processi di pace dal Novecento ad oggi”, promosso dal Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali nell’ambito delle attività di RUniPace, il network delle Università italiane per la Pace, che in Unimore vede referenti il Prof. Claudio Baraldi e il Prof. Thomas Casadei, con il sostegno di Unimore alle attività di Public Engagement, il patrocinio del Comune di Modena e in collaborazione con Centro documentazione donna di Modena e Rete Tam Tam di Pace di Modena.

L’iniziativa prenderà avvio alle 14 con i saluti del Prof. Lorenzo Bertucelli, Direttore del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali, del Prof. Claudio Baraldi, referente di RUniPace per Unimore, e della Dott.ssa Grazia Baracchi, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Modena.

Dopo l’introduzione, a cura della Prof.ssa Elisa Rossi, responsabile scientifica e organizzatrice del seminario assieme alla Prof.ssa Roberta Mira, sono previste cinque relazioni da parte di altrettante studiose e studiosi di università e centri studi nazionali ed europei.

La prima a relazionare sul tema “Il movimento internazionale delle donne negli anni Trenta tra femminismo e pacifismo”sarà Elda Guerra dell’Associazione Orlando Centro di Documentazione delle Donne di Bologna.

A seguire, Luisa Del Turco, del Centro Studi Difesa Civile-APS, interverrà a proposito de “L’Agenda Internazionale Donne Pace e Sicurezza: una prospettiva di genere nei processi di pace”.  

Della “Tutela processuale internazionale dei diritti delle donne: elemento costitutivo per la promozione del ruolo delle donne quali ‘agent of change’ per pace e sicurezza” parlerà Laura Guercio dell’Università di Perugia.

Valentina Grassi, dell’Università di Napoli Parthenope, invece, relazionerà sul tema “Donne, pace e sicurezza nell’area MENA: la voce delle protagoniste”.

Concluderà i lavori Diego Battistessa, dell’Instituto “Francisco de Vitoria” – UC3M, con un intervento dal titolo “America Latina. Donna forte e insorgente”.

Prima del dibattito con il pubblico, sono anche previsti gli interventi di Caterina Liotti, del Centro documentazione donna di Modena, e di Lilya Hamadi e Giulia Zurlini Panza, della Rete Tam Tam di Pace di Modena.

Evento in modalità mista. Per accedere ai locali del Dipartimento, è necessario il green pass.

 

Profili biografici di relatrici e relatore

Elda Guerra. Ha svolto attività di ricerca e formazione all’interno della rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea e presso la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario dell’Università di Bologna, dove ha insegnato Didattica della storia. Tra le fondatrici del Centro di Documentazione, Ricerca e Iniziativa delle Donne di Bologna e dell’Associazione Orlando ha curato progetti di ricerca in ambito nazionale ed europeo e la costituzione dell’archivio storico. Suo campo privilegiato di studi è la storia dei movimenti delle donne ed è autrice di numerose pubblicazioni.

Luisa Del Turco, laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, ha conseguito un dottorato di ricerca in Teoria dello Statoe Istituzioni Politiche comparate, e un perfezionamento in Peacekeeping and Security Studies. Da oltre 20 anni svolge attività di formazione e advocacy e consulenza in Gestione dei conflitti e Interventi di pace, collaborando con Università, Centri di ricerca e Organizzazioni non-profit. Esperta di Donne, Pace e Sicurezza, è iscritta al roster di esperti dedicato del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ed ha contribuito attivamente alla definizione delle politiche nazionali in materia. Dal 2014 è Direttrice di Centro Studi Difesa Civile-APS. Consigliere Qualificato delle Forze Armate in materia di applicazione del Diritto Internazionale Umanitario dei Conflitti Armati. È autrice di articoli e saggi su tematiche legate alla Pace e alla Sicurezza internazionali e all’approccio di genere in situazioni di conflitto e post-conflitto.

Laura Guercio insegna Sociologia dei Diritti Fondamentali e Cooperazione Internazionale allo Sviluppo presso l'Università degli Studi di Perugia. Segretario Generale del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani presso il Ministero degli Affari Esteri italiano (2016-2020); Agente per l'Italia del Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali (2015-2020); Membro del Consiglio dell’European Law Institute; Avvocato per le vittime davanti alla Corte Penale Internazionale, L'Aia; Avvocato penalista con vari Studi Legali in Italia (Roma/Genova), e con esperienza in altre giurisdizioni (Gran Bretagna/Repubblica d'Irlanda) Esperto italiano per Moscow OSCE Mechanism; Laurea in Giurisprudenza e Laurea in Scienze Politiche, Dottorato di Ricerca in Scienze Sociali presso il Trinity College Dublin in collaborazione con l'Università degli Studi di Genova. Master in "Giurisdizioni Nazionali, Europee e Internazionali", presso la SIOI-Università di Roma "Tor Vergata". Dal 2010 Consulente Legale/Esperto in progetti internazionali sviluppati nell'area Mena, Est Europa e Africa; Tutor in programmi di formazione sui diritti umani per esperti legali; Membro del gruppo di lavoro per l'identificazione dei criteri per la formazione su misura sui diritti fondamentali per il personale amministrativo di Frontex (2011).

Valentina Grassi è professore associato di Sociologia generale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Napoli Parthenope. È segretario della sezione Immaginario dell'Associazione Italiana di Sociologia. Si occupa di teorie e metodologie dell'immaginario nelle scienze sociali, di processi migratori e di intercultura ,ed è autrice di numerose pubblicazioni

Diego Battistessa, dopo anni di lavoro nel For Profit con incarichi di management e marketing, cambia vita e si laurea in Scienze per la Pace all’Università di Pisa. Nel frattempo colleziona esperienze di lavoro e di studio in Asia, Africa e Medio Oriente fino poi ad arrivare all’approdo finale: l’America Latina e i Caraibi. All’attività lavorativa affianca lo studio, specializzandosi in Geopolitica (Italia), Scienze Sociali e Giuridiche (Spagna), Diritti Umani (Costa Rica) e Studi Latinoamericani (Spagna e Uruguay). Nella sua carriera ha lavorato come cooperante “on the field” per ONG internazionali, fondazioni locali, e Agenzie ONU e dal 2016 è docente e ricercatore per l’Istituto di Studi Internazionali ed Europei “Francisco de Vitoria” all’UC3M. Ad oggi collabora come consulente e formatore con numerose università internazionali, istituti, centri studi e ONG su tematiche legate alla cooperazione internazionale, diritti umani e migrazioni. Negli ultimi anni si è affermato nei mezzi stampa italiani e stranieri come latinoamericanista, con pubblicazioni e interviste radiotelevisive. È autore di alcuni volumi sul tema.

Categorie: DSLC

La Fondazione Universitaria Marco Biagi e il Dipartimento di Economia “Marco Biagi” organizzano un seminario per approfondire le prime indicazioni operative sul green pass nell’ambito del rapporto di lavoro: appuntamento il 21 ottobre alle 16.30.

Si svolgerà giovedì 21 ottobre 2021, presso l’Auditorium della Fondazione Marco Biagi, il seminario “Il green pass nell’ambito del rapporto di lavoro: prime indicazioni operative” organizzato e promosso dalla Fondazione Marco Biagi e dal Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, nell’ambito del Corso di Dottorato in Lavoro, Sviluppo e Innovazione.

Il momento di studio prenderà avvio alle ore 16.30 con l’introduzione del Prof. Simone Scagliarini, Associato di Istituzioni di diritto pubblico di Unimore e coordinatore scientifico dell’Osservatorio privacy della Fondazione Marco Biagi, che presiederà anche i lavori del convegno.

A seguire sono previsti tre interventi: il Prof. Gladio Gemma, già Ordinario di Diritto Costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza Unimore, relazionerà sul tema “Le misure a contrasto del Covid-19 nella prospettiva del diritto costituzionale”; “Il Green pass sui luoghi di lavoro: le regole in azienda e nella Pubblica Amministrazione” sarà il focus dell’intervento del Dr. Alberto Mattei, Ricercatore TDA di Diritto del lavoro presso l’Università di Verona; chiuderà i lavori la relazione della Dr.ssa Noemi Miniscalco, Assegnista di ricerca di Istituzioni di diritto pubblico di Unimore e data protection officer – DPO della Fondazione Marco Biagi, sul tema “Green pass e tutela della privacy dei lavoratori”

“Il seminario – affermano gli organizzatori - intende soffermarsi su una serie di questioni di assoluta attualità, conseguenti all’entrata in vigore del decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, con il quale il Governo ha esteso, come noto, l’obbligo di green pass a tutti i lavoratori e le lavoratrici del settore pubblico e privato”.

“Nonostante il susseguirsi di normative – continuano -, tra cui il dPCM del 12 ottobre scorso, non risultano del tutto chiare le modalità attraverso le quali ottemperare all’obbligo di green pass, così come molti dubbi permangono in relazione all’interpretazione della disciplina vigente: di questi temi e delle diverse implicazioni pratiche si discuterà nel corso dei lavori.”

Il seminario si terrà in presenza per partecipare è richiesta l’iscrizione su: www.fmb.unimore.it

Per accedere sarà necessario essere in possesso di green pass.

Categorie: DEMB

Licenza Creative Commons
I video pubblicati su questo portale sono di proprietà dell'Università di Modena e Reggio Emilia e la proprietà intellettuale è dei relatori ed autori. Tuttavia il materiale può essere utilizzato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Ossia ne è consentito l'uso citando l'Università di Modena e Reggio Emilia, il relatore, l'evento e il Centro Interateneo Edunova come produttore dell'opera, per scopi non commerciali e purchè siano condivisi mantenendo la stessa licenza Creative Commons. Ogni altro uso non è consentito.
Go to top
JSN Educare is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework