Centro Interateneo Edunova

Centro Interateneo Edunova

Per il sesto anno consecutivo la Biblioteca di area scientifico-tecnologica "Enzo Ferrari" organizza il concorso fotografico dedicato agli studenti appassionati di fotografia che vogliono mostrare il proprio talento su un tema legato all'ingegneria. Il tema dell’edizione 2019 di Imagineria è "ingegneria&matematica":

Nel corso degli anni hanno partecipato 64 fotografi con 155 foto delle quali 20 sono state stampate e oggi arredano le pareti della biblioteca.

Le iscrizioni sono aperte e i concorrenti potranno inviare fino a 4 foto entro il 16 giugno 2019.

Il modulo per l'invio delle foto e il regolamento completo sono alla pagina:  http://tiny.cc/imagineria2019

Le foto verranno poi pubblicate sulla pagina Facebook ( fb.com/bust.unimore ) e mostrate sullo schermo gigante in biblioteca per raccogliere i voti fino al 5 luglio 2019. La più votata sarà insignita del premio popolarità e stampata, in grande formato assieme alle altre foto che la Giuria, con la partecipazione del fotografo professionista Roberto Carnevali, giudicherà meritevoli.

Categorie: avvisi, newsletter

La sezione di Scienze morali, giuridiche e sociali dell’Accademia di Scienze Lettere ed Arti di Modena affronterà, all’interno dei mercoledì dedicati al Diritto, la giustificazione della Legittima difesa alla luce dei recenti interventi legislativi, con riferimenti di diritto comparato ad altri ordinamenti e saranno trattati anche i profili civilistici conseguenti all'applicazione della causa di giustificazione.

L’incontro dal titolo “Legittima difesa: ieri, oggi e domani è atteso mercoledì 29 maggio 2019 alle ore 16.00 presso la Sala dei Presidentidell’Accademia di Scienze Lettere e Arti di Modena (corso Vittorio Emanuele II, 59). Il tema sarà introdotto dall’avv. prof. Alberto Bregoli, già Ordinario di Unimore che si confronterà con il dott. Pasquale Mazzei Sostituto Procuratore della Repubblica di Modena, l’avv. Roberto Mariani del Foro di Modena Modera e l’avv. Nicola Termanini del Foro di Modena.

Categorie: avvisi, newsletter

Le disuguaglianze strutturali nelle transizioni scuola lavoro in Spagna saranno al centro dell’ultimo appuntamento con i Seminari di Economia Politica promossi dal Dipartimento di Economia Marco Biagi di Unimore.

Ad entrare nel tema e ad analizzare la situazione dell’occupazione giovanile e le diseguaglianze anche di genere e altre diversità strutturali sarà la dott.ssa Paula Rodríguez Modroño della Pablo de Olavide University de Seville (Spagna) che affronterà il tema “Structural inequalities in school-to-work transitions in Spain” ovvero “Diseguaglianze strutturali nelle transizioni scuola-lavoro in Spagna”.

L’incontro si terrà martedì 28 maggio 2019 alle ore 14.15 in Aula I del Dipartimento di Economia Marco Biagi (II° piano, sede di via Fontanelli) a Modena.
 

Le diseguaglianze sono mutate dopo la crisi economica e dopo l’implementazione di politiche giovanili volte a migliorare il sistema spagnolo di transizione scuola lavoro. Utilizzando microdati dalla Indagine Spagnola sulle condizioni delle famiglie, - afferma la dott.ssa Paula Rodríguez Modroño della Pablo de Olavide University de Seville (Spagna) -  il saggio analizza la probabilità di entrare nel gruppo dei NEET (non occupati, non in un percorso educativo o formativo) per genere, paese di provenienza e appartenenti a diverse tipologie di famiglie. Il saggio vuole introdurre un framework che consenta un’analisi intersettoriale di genere e di altre ineguaglianze strutturali. Si pone in evidenza che, sebbene i tassi di disoccupazione siano migliorati dalla fine della crisi, la situazione dell’occupazione giovanile e delle diseguaglianze rappresentano tuttora una sfida. Le diseguaglianze di genere e altre diversità strutturali sono solitamente ignorate nelle misure adottate per contrastare la disoccupazione giovanile, contribuendo quindi al persistere delle diseguaglianze stesse. Si illustrano quindi altre linee e traiettorie nella segmentazione del mercato rispetto al genere, alla provenienza e alla tipologia di famiglia d’origine. I risultati pongono in evidenza il bisogno di introdurre un’analisi sulle diverse fonti di vulnerabilità nel disegno delle policies per promuovere un cambiamento nelle transizioni scuola-lavoro reale e sostenibile”. 

Categorie: avvisi

Il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Unimore ospita la cerimonia di premiazione degli studenti modenesi che hanno ottenuto i migliori risultati nella fase regionale dell’Emilia Romagna dei Giochi della Chimica2019, tenutasi lo scorso sabato 4 maggio nelle quattro sedi di Bologna, Modena, Parma e Rimini.

Gli studenti saranno accolti lunedì 27 maggio 2019 alle ore 15.00 presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche (via Campi, 103) a Modena. Saranno premiati i seguenti studenti:

Classe A (biennio): Alessandro Luppi (ITIS FERMI, Modena), Pietro Allesina (ITIS FERMI, Modena), Giulia Tonelli (ITIS FERMI, Modena), Samuele Barbieri (ITIS FERMI, Modena), Alessia Gentile (ITIS FERMI, Modena).

Classe B (triennio non specialistico in chimica): Mattia Varini (Liceo Scientifico WILIGELMO, Modena), Sara Corradini (Liceo Scientifico WILIGELMO, Modena), Anna Saracino (Liceo Scientifico WILIGELMO, Modena), Umar Aslam (Liceo Scientifico FANTI, Carpi), Matteo Veroni (Liceo Scientifico FANTI, Carpi), Pasquale Ragosta (IIS CORNI, Modena), Fabio Bozzoli (IIS CORNI, Modena), Alessandro Vignola (Liceo Scientifico TASSONI, Modena), Pietro Zauli Sajani (Liceo Scientifico WILIGELMO, Modena), Mattia Bettelli (IIS VOLTA, Sassuolo), Matteo Fiocchi (Liceo Scientifico WILIGELMO, Modena), Daniele Ruini (IIS VOLTA, Sassuolo).

Classe C (triennio specialistico a carattere chimico): Fabio Ascari (ITIS FERMI, Modena), Alessia Fregni (ITIS FERMI, Modena), Daniele Pio Grieco (IIS CORNI, Modena), Luca Ricci (ITIS FERMI, Modena), Matilde Benassi (ITIS FERMI, Modena).

“La preziosa collaborazione della Casa Editrice Zanichelli, dell’Ordine dei Chimici della Provincia di Modena, del Cinema Raffaello e delle Piscine Dogali– afferma il prof. Gianantonio Battistuzzi docente di Unimore - ci permettedi premiare gli studenti modenesi che si sono maggiormente distinti nelle prove di selezione regionali dei Giochi della Chimica 2019. É sempre un grande piacere ospitare la cerimonia di premiazione presso la sede del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di via Campi 103. L’evento è ormai una tradizione consolidata che permette ai premiati di visitare le moderne strutture didattiche che l’Università di Modena e Reggio Emilia mette a disposizione di coloro che frequentano il Corso di Studi in Chimica e il Corso di Studi Magistrale in Scienze Chimiche del nostro Ateneo.

Categorie: newsletter

L’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena e Unimore nell’anniversario della sua scomparsa renderanno omaggio alla figura del prof. Paolo Tongiorgi, già docente all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

L’iniziativa si terrà venerdì 24 maggio 2019 alle ore 15.00 presso la sede dell’Accademia SLA in corso Vittorio Emanuele, 59 a Modena.

Dopo i saluti del Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita di Unimore, prof. Daniela Quaglino, a nome dell’Ateneo, e del Presidente ASLA Paola Di Pietro, la parola verrà data a colleghi ed amici che ripercorreranno la fecondità scientifica ed intellettuale di questo docente appassionato e schietto, che fu tra i promotori della nascita a Reggio Emilia della allora Facoltà di Agraria della sede d’Ateneo di Reggio Emilia, oggi assorbita nel Dipartimento Unimore di Scienze della Vita.

Si alterneranno in questo percorso che approfondirà i suoi numerosi interessi: Pierangelo Luporini dell’Università di Camerino che ricorderà “Paolo Tongiorgi: zoologo”; Ferdinando Taddei, già Rettore Unimore ed ex Presidente ASLA che si diffonderà su “Gli anni insieme in Accademia”; Ernesto Milano di ASLA che farà conoscere il suo aspetto di “Bibliofilo e bibliotecario”; Milena Ricci di ASLA che si soffermerà su “Un desiderio realizzato”; Luigi Grasselli, già Pro Rettore Unimore della sede di Reggio Emilia, che lo descriverà come “Primo Preside della Facoltà di Agraria”; del suo collega di Facoltà Domenico Lo Fiego di Unimore che racconterà della transizione “Dalla Facoltà di Agraria all’Area Agro-Alimentare”; Mauro Ferri e Luigi Sala, già Provincia di Modena e Unimore, che si soffermeranno su “Rapporti con gli Enti Locali”; e, infine, Antonio Totaro di Unimore che ricorderà il “Docente, maestro e amico”.

Categorie: avvisi, newsletter

Nell’ambito del ciclo di conferenze, lezioni e seminari “Storia, filosofia e altre... provocazioni” del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali di Unimore, giovedì 23 maggio, dalle ore 15.30 alle 17.30, nell'aula C del Dipartimento, in Largo Sant’Eufemia a Modena, si terrà la presentazione del libro "Storia dello Stato italiano" di Leonida Tedoldi, docente  dell’Università di Verona.

Ne discuteranno con l'autore il prof. Alfonso Botti e il prof. Fabio Degli Esposti di Unimore.

Per informazioni rivolgersi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Categorie: avvisi, newsletter

In occasione del 50ennale del Dipartimento di Economia Marco Biagi verrà presentato il libro, edito da Il Mulino,Crepe nel sistema di Fabrizio Saccomanni.

L’incontro si terrà venerdì 24 maggio alla presenza dell’autore.

L’eredità della crisi che ha sconvolto l’economia globale a partire dal 2008 è stata pesante: crescita inadeguata, disoccupazione, disuguaglianze nella distribuzione dei redditi, crollo degli investimenti pubblici. Le contromisure adottate dai governi sono state nel complesso inefficaci. Si è evitata l’implosione del sistema finanziario, ma si sono sottovalutate sia la natura strutturale della crisi, sia le gravi conseguenze sociali e politiche che essa avrebbe provocato.

Si sono date risposte tardive, parziali, non coordinate a livello internazionale, mentre si è aperta la strada al protezionismo commerciale e finanziario, svilendo il ruolo e le funzioni delle istituzioni della cooperazione multilaterale. Con le incertezze generate dalle politiche nazionalistiche della nuova amministrazione americana, dall’attivismo internazionale della Cina, dalle divergenze in seno all’Unione Europea, il rischio di frammentazione del sistema economico globale non è stato mai così elevato.

Interverranno all’evento di presentazione in programma, alle ore 10.30, presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi (Aula Magna Est): Andrea Landi, docente del Dipartimento di Economia Marco Biagi e Coordinatore del 50ennale; Sergio Lugaresi, Senior Adviser di Oxera; Giuseppe Lusignani, docente del Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna.

L’evento sarà a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

Fabrizio Saccomanni è stato Direttore Generale della Banca d’Italia dal 2006 al 2013, quando è stato nominato Ministro dell’economia e delle finanze dal Governo Letta. Ha svolto incarichi presso il Fondo monetario internazionale, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, la Banca dei regolamenti internazionali, la Banca centrale europea. Ha insegnato alla LUISS di Roma, alla London School of Economics e alla Paris School of International Affairs a SciencesPo.

Dal giugno 2017 all’ottobre 2018 è stato membro del G20 Eminent Persons Group on Global Financial Governance.
Dall’aprile 2018 è Presidente di UniCredit.

Categorie: newsletter

In occasione del 50ennale del Dipartimento di Economia Marco Biagi verrà presentato il libro, edito da Il Mulino, Crepe nel sistema di Fabrizio Saccomanni.

L’incontro si terrà venerdì 24 maggio alla presenza dell’autore.

L’eredità della crisi che ha sconvolto l’economia globale a partire dal 2008 è stata pesante: crescita inadeguata, disoccupazione, disuguaglianze nella distribuzione dei redditi, crollo degli investimenti pubblici. Le contromisure adottate dai governi sono state nel complesso inefficaci. Si è evitata l’implosione del sistema finanziario, ma si sono sottovalutate sia la natura strutturale della crisi, sia le gravi conseguenze sociali e politiche che essa avrebbe provocato.

Si sono date risposte tardive, parziali, non coordinate a livello internazionale, mentre si è aperta la strada al protezionismo commerciale e finanziario, svilendo il ruolo e le funzioni delle istituzioni della cooperazione multilaterale. Con le incertezze generate dalle politiche nazionalistiche della nuova amministrazione americana, dall’attivismo internazionale della Cina, dalle divergenze in seno all’Unione Europea, il rischio di frammentazione del sistema economico globale non è stato mai così elevato.

Interverranno all’evento di presentazione in programma presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi: Andrea Landi, docente del Dipartimento di Economia Marco Biagi e Coordinatore del 50ennale; Sergio Lugaresi, Senior Adviser di Oxera; Giuseppe Lusignani, docente del Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna.

L’evento sarà a ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

Fabrizio Saccomanni è stato Direttore Generale della Banca d’Italia dal 2006 al 2013, quando è stato nominato Ministro dell’economia e delle finanze dal Governo Letta. Ha svolto incarichi presso il Fondo monetario internazionale, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, la Banca dei regolamenti internazionali, la Banca centrale europea. Ha insegnato alla LUISS di Roma, alla London School of Economics e alla Paris School of International Affairs a SciencesPo.

Dal giugno 2017 all’ottobre 2018 è stato membro del G20 Eminent Persons Group on Global Financial Governance.
Dall’aprile 2018 è Presidente di UniCredit.

Categorie: newsletter

Licenza Creative Commons
I video pubblicati su questo portale sono di proprietà dell'Università di Modena e Reggio Emilia e la proprietà intellettuale è dei relatori ed autori. Tuttavia il materiale può essere utilizzato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Ossia ne è consentito l'uso citando l'Università di Modena e Reggio Emilia, il relatore, l'evento e il Centro Interateneo Edunova come produttore dell'opera, per scopi non commerciali e purchè siano condivisi mantenendo la stessa licenza Creative Commons. Ogni altro uso non è consentito.
Go to top
Template by JoomlaShine